Alimentazione di Gufi e Civette

Il gufo è un cacciatore forte e potente, e la maggior parte del tempo cattura con successo la sua preda.

Gufo come Mangia?

Consumano solo animali vivi, quindi se trovano resti che un altro animale ha ucciso, lo ignoreranno. Hanno l’istintiva voglia di trovare la propria preda e sembra che la soddisfazione del massacro faccia parte della loro dieta tanto quanto il reale bisogno di consumarla per sopravvivere.

I gufi hanno una visione eccezionale che rende molto facile trovare le prede. Sono in grado di cadere rapidamente su questo, con il fattore sorpresa dalla loro parte. Hanno artigli estremamente affilati con cui raccogliere le loro prede.

La dieta dei gufi dipende da dove vivono. Sono animali molto versatili e prenderanno un pasto quando possono, senza essere troppo esigenti. Di conseguenza, sembrano essere in grado di fare molto bene in una varietà di ambienti diversi. Le stagioni possono influire anche sull’accesso ai vari alimentatori.
Essi tendono a consumare un gran numero di diversi tipi di invertebrati, compresi;ragni, insetti,lumache, granchi e lombrichi. Si consumano anche pesci, rettili, piccoli anfibi, diversi tipi di piccoli mammiferi e persino altri uccelli.

Gufo e Civette Cosa Mangiano?

Roditori come ratti e topi sono fonti comuni di cibo per il gufo. Anche i conigli tendono ad essere più abbondanti in molte delle áreas.dove vivono i gufi. Tuttavia, i roditori possono essere più difficili da trovare nella stagione fredda, in quanto tendono a seppellirsi sottoterra per mantenersi al caldo. In quei momenti i gufi dovranno fare affidamento su altre fonti di cibo per sopravvivere.

I gufi sono di solito cacciatori molto pazienti. Pongono in cima ad alberi e cornicioni, guardando le loro prede. La combinazione di udito e visione nitida permette loro di catturare i movimenti, anche quando è completamente buio nel loro ambiente. Poi il gufo volerà e catturerà la preda in una frazione di secondo.
La forza dei loro artigli è sufficiente ad immobilizzare la preda e spesso non offrono troppi combattimenti, quindi la civetta volerà da qualche parte per consumarla. Possono anche trasferire rapidamente la preda dagli artigli al becco e mangiarla pochi secondi dopo averla catturata. Questo processo dipende da laspecie di gufo, nonché il tipo di preda che ha catturato.

La quantità di cibo che un gufo deve mangiare ogni giorno dipende dalla specie e dalla taglia. Dipende anche dalle dimensioni della preda. Spesso passano per catturare una preda più grande, quindi non c’è bisogno di guardare oltre, tuttavia, prenderanno una piccola preda quando ne hanno la possibilità, in modo da non rischiare di rinunciare al cibo.

Ingoiano tutto il cibo invece di masticarlo, quando catturano le prede più grandi usano il becco per strapparle in pezzi facilmente ingoiabili. Non hanno un raccolto, come gli altri uccelli, invece, tutto va subito a digerire.

Le civette rigurgitano palline dopo aver mangiato, sono una varietà di elementi che il corpo non è in grado di digerire. Queste includono le ossa schiacciate dalle loro prede, la pelle e le piume. Ci vogliono circa 10 ore dopo aver mangiato perché questi granuli si formino e vengano rigurgitati dal gufo.
I granuli devono essere rimossi dal corpo prima che siano in grado di consumare più prede. Le abitudini alimentari dei distintostipi di gufi in diverse aree sono stati attentamente studiati attraverso l’esplorazione del contenuto di questi granuli.